//Facebook Advertising

“Invece del marketing dell’interruzione uno-a-molti, il web marketing permette di fornire contenuti utili proprio nel preciso momento in cui una persona ne ha bisogno”
(David Meerman Scott)

Facebook è, ad oggi, il social network più popolare: sono iscritte 1.650.000.000 di persone, che portano ogni giorno alla piattaforma 900.000.000 di visite. Numeri che vanno interpretati, singolarmente, come preziose opportunità per le aziende.

È necessario quindi che si confermi la propria presenza significativa sul network e, soprattutto, che se ne curi l’immagine e la comunicazione attraverso la gestione social delle proprie attività. In questo modo è possibile avere un ritorno in termini di visibilità attraverso strumenti promozionali, messi a disposizione da Facebook, che hanno l’obiettivo di diffondere la consapevolezza del brand tra utenti potenzialmente interessati.

La differenza tra Facebook Ads e Google Ads

Facebook Advertising è la piattaforma nativa messa a disposizione dei professionisti, che intendono promuovere il loro marchio, amplificandone il messaggio verso un target mirato. Il comportamento di ogni singolo utente su Facebook permette di registrare quelli che sono i suoi interessi e sono proprio questi interessi a determinare i target di destinazione.

Gli annunci di Facebook, come quelli di Google AdWords, funzionano attraverso un meccanismo di asta, la differenza sostanziale sta nel fatto che sui social network l’utente non sta attivamente cercando qualcosa in particolare, ma semplicemente trascorre il tempo relazionandosi con la sua cerchia di contatti.

In altre parole: ciò che spinge gli utenti a consultare Google è il bisogno di una soluzione, chi invece è presente su Facebook trova soluzioni impreviste che non ha espressamente richiesto. Tali soluzioni corrispondono alle strategie promozionali attuate dalle aziende, che dal canto loro hanno come obiettivo quello di intercettare il pubblico potenzialmente interessato, che non sa di esserlo ma che può scoprirsi tale. Proprio per questo motivo c’è chi ama definire il Social Media Advertising come un insieme di processi di business intelligence.

La presenza organica delle aziende sul social network è fondamentale, ma la sovrabbondanza di informazioni sulla home degli utenti ha fatto sì che l’algoritmo definisse un filtro attraverso cui vengono selezionate solo quelle che per ogni singolo utente possono essere più interessanti e coinvolgenti. Le aziende, per far parte di questa selezione, devono seguire strategie di comunicazione pubblicitarie ben precise.

Seguiamo gli obiettivi di una strategia vincente

Facebook mette a disposizione molti strumenti per raggiungere gli obiettivi prefissati: da un lato si può aumentare la notorietà del brand attraverso la realizzazione di campagne che mostrino la tua proposta unica, dall’altro supportare il canale di vendita, come può essere un e-commerce, gestendo ogni attività attraverso il social network, dalla vendita al customer care. Dopo aver ottenuto notorietà, bisogna alimentare l’entusiasmo dei potenziali clienti, incoraggiandoli all’interazione e questo conduce a strategie di comunicazione che definiscono la percezione del brand e la sua presenza sul social network.

//Incontra le persone interessate alla tua attività. Contattaci

servizio di digital marketing